Museo Vasa – Elogio alla grandezza marinaresca svedese

Il museo Vasa è uno dei più famosi musei della Svezia, la prima attrattiva da visitare a Stoccolma secondo molti siti e guide prestigiose: questo, neanche a dirlo, perfetto e meravigliosamentecurato museo è costruito per celebrare e rendere nota la storia marinaresca del Paese scandinavo e la sua principale attrazione è il Galeone Vasa.

Il museo si trova sull’isola di Djurgården, il prezzo del biglietto adulti/ragazzi 0-18anni è 130SEK (circa 13€)/free.

Il 10 agosto 1628, una flotta di navi da guerra reali salpò dal porto di Stoccolma. Tra esse giganteggiava il Vasa, da poco varato e battezzato in onore della dinastia regnante. La solenne circostanza fu sottolineata con la salva sparata dai cannoni del vascello, che sporgevano dai portelli aperti su entrambe le murate. 
Mentre il maestoso vascello si faceva largo lentamente verso l’imboccatura del porto, una raffica di vento levatasi all’improvviso lo investì in pieno. Il Vasa ondeggiò, tuttavia riuscì a raddrizzarsi nuovamente. Ma nulla potette contro una seconda raffica folgorante, che lo piegò su uno dei suoi fianchi. L’acqua penetrò attraverso i portelli dei cannoni aperti. Il Vasa colò a picco sul fondo, portando con sé almeno 30, forse 50, delle 150 persone a bordo. Dopodiché, ci vollero 333 anni prima che il Vasa rivedesse la luce.

Sebbene il museo possa risultare, a mio parere, un po’ monotematico – la vista dell’imponente vascello che da subito sorprende il visitatore non può lasciare indifferenti. 

I dettagli del vascello sono scolpiti con estrema maestria, e solo questo vale sicuramente la visita: con il Vasa, nel 1961 furono recuperati più di 14.000 oggetti in legno, tra cui 700 sculture che, una volta restaurate, ritrovarono la propria originaria posizione sulla nave. Tali sculture raffiguranti leoni, eroi biblici, creature marine, divinità greche e molto altro avevano il compito di glorificare il monarca, in questo caso re Gustavo II Adolfo Vasa, dando espressione della sua potenza e ambizioni politiche. 

L’enorme nave da guerra, costruita probabilmente con l’intento di attaccare il re Sigismondo di Polonia, fu armata con 64 cannoni – un ingente peso che il galeone non era progettato per sostenere e che ne provocò il collasso al primo alito di vento. 

Oggi questo colosso rappresenta l’unico galeone del XVII secolo esistente al mondo e, nelle sue perfette condizioni, è un tesoro inestimabile che vale sicuramente una visita.

Il museo in sé non mi ha fatto impazzire, l’ho trovato un po’ ripetitivo: tuttavia la nave è straordinaria in tutta la sua grandezza e magnificenza, quindi non posso che consigliare di dare un’occhiata – specialmente i bambini (e gli appassionati) impazziranno!

NB: è possibile scaricare gratuitamente l’audioguida dal sito del museo, un ottimo servizio aggiunto.

 

Link al sito del Museo, in cui troverete tutte le informazioni e approfondimenti.

 

Ti è piaciuto l’articolo? Hai qualcosa da aggiungere? Fammelo sapere con un commento o un link qui sotto 🙂

E mi raccomando, condividi! 🙂

 

Buon viaggio 🙂

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *