New York City – Chicche della città che non dorme mai (Parte 1)

New York City è ENORME. Non basta una vita per visitare completamente la città e conoscerne gli angolini più suggestivi: se poi consideriamo il perpetuo cambiamento a cui è soggetta, trovare qualcosa che vada “al di fuori dai soliti schemi” non è cosa semplice.

Io ci voglio provare: questo sarà il primo di una serie di articoli che avranno come tema le “mie chicche”, spunti e consigli per un soggiorno “newyorkese” tutto da raccontare! 

Era troppo per crederla vera; così complicata, immensa, insondabile.
E così bella, vista da lontano:
canyon d’ombra e di luce, scoppi di sole sulle facciate in cristallo
,

e il crepuscolo rosa che incorona i grattacieli come ombre senza sfondo
drappeggiate su potenti abissi.

Jack Kerouac

 

  • L’appartamento riempito di terra (Earth Room)

A Soho, l’eclettico quartiere della Lower Manhattan, c’è un intero appartamento riempito con l’unica cosa che a New York City è difficile da trovare: la terra. Pura, semplice, ordinata terra.

http://alfalfastudio.com/off-the-beaten-path-art-galleries-in-nyc/

Questa peculiare opera d’arte appartiene al famoso artista americano Walter De Maria, uno dei maggiori esponenti della Land Art – corrente artistica basata sull’esaltazione della natura – che nel 1977 decise di riempire 35 metri quadrati con 197 metri cubi di terra. Anche se inizialmente questa istallazione doveva essere temporanea, oggi essa rappresenta un’opera d’arte permanente della Heiner Friedrich Gallery.

Che tu la ami o la odi, vale una pena la visita (ingresso gratuito): New York City ha letteralmente tutto, ma forse questo appartamento è l’unico luogo in cui potrai respirare l’odore incontaminato del più semplice degli Elementi.

Dove si trova? 141, Wooster St, New York

TI HO INCURIOSITO?? Lasciati la Earth Room alle spalle e inoltrati nel quartiere: nelle vicinanze, al 393 W Broadway, New York, si trova un’altra istallazione dell’artista, il Broken Kilometer: una sala espositiva al cui interno troverete 500 aste di metallo dorato, ognuna della lunghezza di 3,280 piedi (circa 1 metro) poste in cinque file di 100 aste ognuna. Baciata dai raggi del sole che penetrano deboli nella stanza, questa opera merita – come la precedente – qualche minuto del vostro tempo in città. 

http://alfalfastudio.com/off-the-beaten-path-art-galleries-in-nyc/

Altre informazioni su Walter De Maria QUI e QUI.

 

  • Katz’s Deli

Katz’s Delicatessen è un’istituzione della città di New York: è in questa tavola calda, al 205 East Houston Street nel Lower East Side, che Meg Ryan ha finto un orgasmo nel colossal “Harry ti presento Sally”, che il principe Edward di “Come d’incanto” – film Disney 2007 – si è gustato un panino e che il gruppo di amici di Jim Sturgess discorreva dell Guerra in Vietnam in “Across the Universe”.

Non è quindi difficile incontrare celebrità che si leccano le dita dopo aver gustato un panino al pastrami, ricetta originale della famiglia Katz – dal 1888!

Katz’s deli è esattamente come appare nei film, sembra che in questo locale il tempo non sia mai trascorso: potreste passare ore ad ammirare le fotografie appese ai muri cercando di riconoscere il maggior numero di star internazionali!

Curioso riguardo ai film girati da Katz’s? Ho trovato un bell’articolo QUI!

 

  • Il Buddha più grande di New York al Mahayana Buddhist Temple
http://www.tourexplorer.org/10-popular-tourist-destinations-new-york-city-tour-attractions-new-york/

Che New York sia una città multiculturale, anzi forse la città multiculturale per eccellenza, non è un mistero: ma sapevate che a Chinatown, il quartiere maggiormente in espansione della Grande Mela, potrete visitare un grande Tempio buddhista al cui interno è presente un gigantesco Buddha dorato alto ben 5 metri?

Il Mahayana Buddhist Temple si trova a ridosso del Manhattan Bridge, ai confini del quartiere cinese, e accoglie fedeli e curiosi da tutto il mondo: è una delle perle inaspettate di questa città ricca di contrasti. Entrate lasciando un dollaro di offerta e prendere un biglietto della fortuna dalle gigantesche urne, salutate con un sorriso i custodi all’ingresso, e inoltratevi nel tempio.

Vi stupireste se poi vi dicessi che fino al 1996, nelle sale oggi adibite a luogo sacro, trovava posto un cinema porno? Uno dei contrasti che solo New York City può offrire!

Dove si trova? 133 Canal St #1, New York, NY

 

Seppur curioso e particolare, si tratta sempre di un luogo di culto… ricordate di fare silenzio e di portare il massimo rispetto per le persone raccolte in preghiera 🙂

 

  • La Cattedrale dell’Apocalisse
https://www.younewyork.it/attrazioni/st-john-the-divine/

Per rimanere sul religioso, l’emblematica cattedrale di Saint John the Divine, che sorge nella famosa Amsterdam Ave, rappresenta la chiesa protestante più grande del mondo (la sua navata misura quasi 200 metri!!): iniziata a costruire nel 1892 su un progetto degli architetti George Lewis Heins e John LaFarge, ancora oggi questo colosso religioso rimane incompiuto.

Vale sicuramente una visita se siete appassionati delle teorie massoniche e cospirazioniste: per alcuni la cattedrale è in realtà un tempio dedicato a credenze neo-pagane e i rilievi che essa custodisce potrebbero essere rappresentazione dell’apocalisse su New York.

Non a caso San Giovanni (Saint John) è l’autore del Libro dell’Apocalisse, in cui descrive così la città di Babilonia – ed, in chiave moderna, ovviamente, New York City:

«È caduta, è caduta Babilonia la grande
ed è diventata covo di demòni,
carcere di ogni spirito immondo,
carcere d’ogni uccello impuro e aborrito
e carcere di ogni bestia immonda e aborrita.

Perché tutte le nazioni hanno bevuto del vino
della sua sfrenata prostituzione,
i re della terra si sono prostituiti con essa
e i mercanti della terra si sono arricchiti
del suo lusso sfrenato».
-Apocalisse 18

E’ inevitabile associare le immagini delle colonne al crollo di Manhattan in uno scenario decisamente apocalittico che coinvolge le Torri Gemelle e i più importanti edifici della città, la nascita dell’anticristo e altri simboli esoterici? Lascio a voi la risposta, sicuramente questa cattedrale ha qualcosa di sinistro e misterioso.

 

Foto rubata da questo bell’articolo, scritto su una pagina web che adoro: https://www.ilmioviaggioanewyork.com/blogs/news/le-colonne-apocalittiche-di-saint-john-the-divine

SIMBOLI MASSONICI E APOCALITTICI NELLA CATTEDRALE, APPROFONDISCI QUI!

Non avete ancora i brividi? Allora devo raccontarvi che in questa cattedrale non solo vengono benedetti animali (ogni anno ai primi di ottobre), e biciclette (5 maggio) ma ogni anno, per la notte di Halloween, si tiene la PROCESSIONE DEI GHOULS – serata che prevede la sfilata di varie maschere horror, sulle note suonate da un organo nascosto nella già inquietante atmosfera del luogo.

http://si.wsj.net
Eric Thayer/Getty Images

 

Si trova qui, 1047 Amsterdam Ave, New York

 

  • I lingotti d’oro nel caveau della Federal Reserve Bank

Appassionati di film d’azione in cui si tenta di fare il “colpo del secolo” rapinando una banca? Il sistema Federal Reserve rappresenta il circuito bancario centrale degli Stati Uniti d’America: improbabile per voi riuscire a rapinare la sede di New York City, al 33 Liberty St, ma potrete avvicinarvi ai lingotti d’oro rinchiusi nel caveau della banca partecipando ad un tour guidato gratuito della durata di circa un’ora in cui vi spiegheranno tutto riguardo al ruolo e alle responsabilità della banca, mentre vi inoltrate tra gli stretti cunicoli fino al caveau. 

Una cosa super interessante, e gratuita – che non guasta mai – da fare a NYC, ma dovete affrettarvi a prenotare i biglietti dal sito, cliccando qui.

Alla fine del tour vi regaleranno anche una bustina contenente pezzettini di vecchie banconote verdi triturate: per alcuni una delle migliori esperienze in città.

Visita il sito ufficiale per maggiori informazioni QUI.
 

Ti è piaciuto l’articolo? Curioso riguardo alle prossime “chicche”?

Iscriviti alla mia Newsletter, mettimi un like e condividi 🙂

Buon viaggio! 🙂 🙂



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *