Bahamas – I miei migliori ricordi

Scrivo questo articolo con la certezza che esso rappresenti un unicum: vorrei parlare di un viaggio che ho avuto la fortuna di intraprendere anni fa, uno di quelli da “una volta nella vita“. Seppur spero di rimettere piede sulle isole Bahamas, nel cristallino Mar dei Caraibi, so per certo che questo non accadrà molto presto. 

Colgo perciò l’occasione, a un paio di mesi dall’apertura di ItalianTravellers.it, per stilare una lista dei miei ricordi più belli in questo paradiso terrestre.

Snorkeling sulla barriera corallina

Uno dei momenti più belli della mia vita: su qualsiasi spiaggia delle Bahamas incontrerete certamente, soprattutto durante la mattinata, molti abitanti dell’isola che vi proporranno escursioni di 30 minuti o 1 ora sulla barriera corallina, con possibilità di fermarsi per fare snorkeling. Il prezzo si aggira intorno ai 15 – 20$ a testa per la gita di un’ora.

Non aspettatevi i fondali del Mar Rosso: la fauna qui è davvero strepitosa, ma i fondali sono piuttosto grigi. L’acqua cristallina, i numerosi barracuda, tartarughe, pesci palla e la possibilità di avvistare anche qualche squalo – beh, rendono il tutto incredibilmente mozzafiato. 

 

Nassau

La piccola capitale dell’Arcipelago dei pirati si trova sull’isola più grande New Providence, ed è lo scalo principale in cui attraccano le gigantesche navi da crociera con cui è facile, partendo dagli Stati Uniti, raggiungere questi luoghi magnifici. 

Nei pressi del porto troverete numerosi ristoranti, costosissime gioiellerie, negozi di souvenir, duty free e molto altro: la strada principale del centro, nonché la prima costruita, è Bay Street.

Circa a metà di Bay Street si trova lo “Straw Market“, il Mercato della Paglia, in cui è possibile acquistare prodotti artigianali bahamiani, la maggior parte dei quali sono prodotti utilizzando, appunto, la paglia secondo un’antica tradizione del Paese. 

 

Sulla moto d’acqua a Paradise Island

Un mare talmente paradisiaco che chiama a gran voce tutti gli sport d’acqua: contrattate con i locali sulle spiagge e riuscirete a noleggiare l’attrezzatura di cui avete bisogno (mettete in conto 15-20$) per un divertimento senza limiti nelle acque caraibiche cristalline.

Paradise Island, una lingua di terra facilmente raggiungibile dalla capitale, Nassau,  in taxi o traghetto (circa 4$). L’isola, inizialmente chiamata “Hog Island” (isola dei maiali), appartenne ad un imprenditore svedese fino alla  Seconda Guerra Mondiale e, successivamente venne acquistata da Huntington Hartford, erede della catena di supermercati statunitense A&P, che la ribattezzò Paradise Island. Il ricco investitore contribuì a rendere l’isola il meraviglioso paradiso che è oggi: qui sorgono strutture esclusivamente di super lusso, come l’Atlantis Hotel.

La spiaggia principale di Paradise Island è Cabbage Beach: acqua trasparente, 3km di spiaggia bianchissima, ville da milioni di dollari che si affacciano sulla spiaggia, palme e fauna tropicale. Vi consiglio di rilassarvi qui, la troverete sempre quasi deserta nonostante le molte persone. Un sogno!

 

Blue Lagoon Island

La Blue Lagoon è un’isola privata in cui l’acqua mantiene un livello molto basso per la presenza di scogli che ricreano una vera e propria laguna paradisiaca. 

Raggiungere la Blue Lagoon è semplicissimo: ci si imbarca su un battello, in partenza dal porto storico di Nassau (qui i programmi), e in circa 30 minuti di navigazione si raggiunge l’isoletta. Qui non vi aspetta altro che assoluto relax: nuotate, prendete il sole all’ombra delle palme o sulla bianchissima sabbia, sorseggiate un drink in una noce di cocco. Che pacchia 🙂

 

 

 

I colori delle isole

Niente entra nel cuore più dei colori che queste isole caraibiche, la maggior parte delle quali deserte e inesplorate, hanno da offrire. Uno spettacolo mozzafiato.

Che dire? La natura non ha bisogno di spiegazioni.

Ecco alcuni articoli che mi sono piaciuti molto riguardo alle Bahamas:

 

Ti è piaciuto questo articolo? Fammelo sapere con un like o un commento! 🙂

Se non l’hai ancora fatto, iscriviti alla mia Newsletter, ti invierò al massimo una mail al mese – e niente spam!

Che aspetti? Condividi!

Buon viaggio!



2 thoughts on “Bahamas – I miei migliori ricordi”

  • Quanto mi piacerebbe andare alle Bahamas! Un posto da sogno. Qualche anno fa ci sono stata “vicina” nel senso che ero indecisa tra le Bahamas e tra Miami e le Keys, e alla fine ho scelto la seconda. Sarà per la prossima volta 😉

    • Anche Miami e le Keys non scherza come viaggio da sogno 🙂 Sono felice ti sia piaciuto il mio articolo 🙂 Un abbraccio e non vedo l’ora di leggere sul tuo blog del tuo prossimo viaggio alle Bahamas 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *